Vigolana Trail

Sabato 4 giugno 2016 partirà la terza edizione del Vigolana Trail con un percorso che si sviluppa lungo i sentieri e le forestali che salgono e scendono dai massicci della Vigolana e della Marzola.
Queste due montagne custodiscono una vera perla: l’Altopiano della Vigolana. Con il tracciato del Vigolana Trail scoprirete le nostre montagne passando dal fondovalle ai boschi fitti attraverso verdeggianti prati, fino ad arrivare, al limite della vegetazione, ad assaporare la nuda roccia.

E quest’annUISP_Logoo Vigolana Trail ha ottenuto il Criterium Nazionale UISP  di ultratrail,
il che significa che per  tutti i tesserati UISP che partecipano al Vigolana Trail ci sarà una speciale classifica UISP.logo_en

Anche per quest’anno il percorso lungo è stato inserito come gara qualificante UTMB 2016                    

Quest’anno vi riproponiamo i due percorsi: il lungo di 65 km con 4000 metri di dislivello e il breve di 35 km con 2000 metri di dislivello, con alcune varianti, per rendere ancora più suggestiva quest’avventura!

 

Il percorso lungo, di 65 km con 4000 metri di dislivello, si snoderà dapprima sul versante della Vigolana in direzione del Rifugio Casarota per poi salire al Becco di Filadonna e quindi verso il Cornetto di Folgaria. Da qui si scenderà a Malga Palazzo per risalire al Becco della Ceriola e scendere verso Malga Derocca; si prosegue quindi verso Vigolo Vattaro da dove si risalirà lungo il versante est della Marzola spingendosi fino al Passo del Cimirlo per poi rientrare a Vigolo Vattaro dopo aver affrontato le due cime del massiccio e dopo essere transitati nei pressi del Rifugio Maranza.

Il percorso breve, di 35 km con 2.000 metri di dislivello, salirà sul versante della Vigolana in direzione del Rifugio Casarota per salire poi al Becco di Filadonna e quindi verso il Cornetto di Folgaria. Si scenderà poi a Malga Palazzo per risalire al Becco della Ceriola e poi scendere verso Malga Derocca per proseguire poi verso Vigolo Vattaro in direzione del traguardo.

E poi ci si ritroverà tutti assieme a Vigolo Vattaro per il “magnifico terzo tempo” presso la struttura coperta.